Trend Tour – Torino

enerie_fractals_Turin_Trend_Tour (2)

Per il trend tour del mese è il turno di Torino: seguite la mappa della nostra cool hunter Federica Calbini per scoprire  i negozi, bar e club più cool della città.

Qui potete scaricare il pieghevole da stampare in A4 e portare con voi: DOWNLOAD

Qui invece la versione Google Maps: http://goo.gl/maps/1zBDe

In dettaglio:

1. Parco Dora – Parco postindustriale situato a nord di Torino, laddove fino agli anni Novanta sorgevano stabilimenti della Fiat e della Michelin. Con un’estensione di oltre 450mila metri quadri, oggi ospita le più disparate culture di strada: dagli skaters ai pattinatori freestyle, dai ragazzi sulla BMX alle roller derby girls delle Bloody Wheels. Aperto a tutti e a tutte le ore, offre un luogo di aggregazione sociale per chiunque nella più totale sicurezza (grazie ad un sistema innovativo di illuminazione integrata ad un sistema di telecamere interno).

2.  United Club – Il lato oscuro della Torino punkrock. Dai colori forti e sgargianti, questa è l’alcova dei punkrockers torinesi. Due sale concerti, due bar ed una distro nella quale si vendono libri, cd e tshirt relativi alle più disparate sottoculture musicali. Organizza live almeno tre o quattro volte alla settimana, ospita band che propongono rigorosamente musica originale.

3. Epoca – 120 metri quadri del più selezionato assortimento vintage, dagli anni Venti ad oggi.

4. Torino Magica – La tradizione esoterica secolare torinese in un percorso notturno intrigante e curioso tra volti inquietanti, enigmi massonici e simboli esoterici. Tutta la magia di una città in un itinerario che racconta la trasmutazione e il mistero di Torino.

5. Sticky Fingers – Meraviglioso shop vintage incastonato nel cuore del quadrilatero romano, a Torino. Per chi ha voglia di altri tempi.

6.  Gran Balôn – Dalle 8 alle 19, 250 bancarelle, 50 negozi, bar e ristoranti ogni seconda domenica del mese danno vita al Gran Balôn, da 28 anni mercato dell’antiquariato minore di Torino. Antiquari, rigattieri, operatori dell’ingegno espongono con cura le loro merci, mobili, ceramiche, libri, abbigliamento vintage e prodotti di artigianato.

7. Caffè e Vini Emilio Ranzini – Bar a conduzione familiare sin dalla fine dell’Ottocento. Nato come un dopolavoro degli operai Fiat, oggi conserva quel sapore familiare ed accogliente di una volta. Ottimo il vino della casa e l’aperitivo piemontese e base di salumi e formaggi prodotti nella zona, lingue al verde e tanto altro.

8. Lo zio d’America – Bazaar di abbigliamento usato, specializzato principalmente nel vintage anni Settanta. Per i nostalgici dell’epoca dei Figli dei Fiori, ma non solo.

9. Cantiere Interattivo – Negozio che propone abbigliamento ed accessori punk e metal. Troverete giacche di pelle e stivali dalla punta di ferro, make up e tinte per capelli dai colori shock, magliette delle bands underground più amate e tanto altro ancora.

10. Fattore K Sofà Cafè – Un mega salotto nei toni dell’arancio, del nero, del rosso e del marrone, reato con materiali originali anni Cinquanta, Sessanta e Settanta. Un ambiente caldo ed accogliente, che si presta ad essere: bar, sala mostre, aperitivi a tema, concertini, cineforum e rassegne video

11. Frav – Brand nato nel 1996 dall’incontro di giovani designer uniti dalla necessità della continua ricerca di nuovi materiali e tessuti e dalla voglia di creare uno stile unico e sperimentale, ispirato alla New Wave e all’Avant-Gard.

12. Viavai – In questo negozietto dai colori freschi e allegri e dalle forme originali e divertenti i marchi europei più all’avanguardia incontrano i giovani stilisti indipendenti e i piccoli artigiani. Design, originalità e ricercatezza si mixano ad uno stile di vita spensierato e moderno.

13. Lollipops – Situato nel cuore di Torino a due passi dalla Mole Antonelliana. Vende borse, pochette, bijoux e scarpe in rigoroso stile Parigino in un ambiente dai colori pastello tra boudoir e gabbiette per uccelli in stile provenzale.

14. Cafè Des Arts – Hang out della Torino più “frikkettona” ed interculturale. Organizza spesso delle “jam” di improvvisazione musicale, in cui suoni rock e jazz si fondono a sonorità tribali e voci meravigliose.

15. Villa Esperia – Progettata nel 1926, nel pieno del Movimento Moderno, dall’architetto Bonicelli e inaugurata nel 1928 dal Principe ereditario Umberto di Savoia. È una meravigliosa palazzina che si affaccia sul Po, sede della società Canottieri di Torino. Ogni giovedì ospita l’Aperitivo Portafortuna, luogo di incontro della comunità LGBQT torinese.

Vuoi proporci la tua città? Realizza un trend tour ed invialo aenerie@fractals.it !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...