The ultimate SHOES Fashion Vocabulary (parte 2)

Fractals_Fashion_Vocab_2_Shoes

Eccoci all’appuntamento con la seconda parte del Fashion Vocabulary dedicato alle scarpe, con un focus stavolta sulle scarpe comode e su quelle da uomo.

Ecco le definizioni:

FRYE: stivali rigidi, erano nel corredo dei soldati americani nella Seconda Guerra Mondiale. Durevoli e robusti finiscono leggermente a punta, hanno tacco quadrato basso ed una cintura alla caviglia retta da una fibbia nel lato esterno. Hanno solitamente 5 cm di tacco.

COUNTRY: stivale originariamente indossato da i cowboys americani. Ha un tacco Cubano (angolato leggermente verso il davanti), punta da arrotondata ad appuntita, nessuna stringa ed una forma ondulata nella parte alta.

WELLINGTON: detti anche stivali di gomma, da pioggia. A prova d’acqua, solitamente in gomma o PVC, si fermano sotto il ginocchio, hanno punta arrotondata, nessun laccio e 3 cm di tacco.

FLIP FLOPS: le infradito classiche, con bande tra alluce e secondo dito del piede, spesso in gomma e con bande da 1 cm a 3 di larghezza.

MULE: scarpa dalla punta chiusa e tallone aperto. Può avere un tacco di qualsiasi altezza. Anche materiali e forme cambiano.

ESPADRILLA: un classico da spiaggia, è piatta, chiusa, fatta di tela e con la suola creata con una corda di juta intrecciata.

CLOG: scarpe dalla forma arrotondata fatte interamente di legno. Inizialmente associate al duro lavoro nei campi, diventano moda nel corso del 21esimo secolo.

SLIP-ON: morbide, senza bottoni, straps, zip. Devono far “scivolare” agilmente il piede dentro. Forma e materiali possono essere vari.

BALLERINA: prende ispirazione dalla calzatura del balletto classico: piatta, chiusa sulla punta, costruzione da slipper (CFR The Ultimate SHOES Fashion Vocabulary parte 1), tagliata bassa in modo da scoprire completamente il collo del piede.

MONK: scarpa bassa da uomo chiusa da uno strap normalmente bloccato sul fianco della scarpa.

OXFORD: scarpa elegante inglese  in pelle con lacci, punta rinforzata o abbellita da elaborate perforazioni della pelle.

WINKLEPICKERS: scarpe appuntite e lunghe, che ricordano calzature medievali e salirono alla ribalta negli anni ’50, indossate dai fan del rock’n’roll.

BICOLOR: una variante della Oxford, con tre o quattro sezioni in due colori contrastanti e perforazioni decorative.

MOCASSIN: scarpa di morbida pelle, creata con un unico pezzo di pelle cucito assieme nella parte alta, e spesso con una linguetta addizionale di pelle. Ha spesso decorazioni e ricami, e la suola è morbida e flessibile.

LOAFER: scarpa bassa in pelle che assomiglia al mocassino ma presenta una suola priva di tacco.

DOCKSIDE: scarpe con lacci stile barca, simili al mocassino e solitamente in tela o pelle con suole di gomma.

DESERT: stivaletto alla caviglia con stringhe a due giri, tacco basso e punta arrotondata.  Solitamente in pelle scamosciata.

CHELSEA: un tipo di stivaletti da equitazione. Altezza alla caviglia, fitting stretto intorno al piede grazie ad una banda elastica che sostituisce lacci o zip.

Volete suggerirci qualche altro modello? Scrivete a enerie@fractals.it e potrete diventare cool hunters per noi!

3 thoughts on “The ultimate SHOES Fashion Vocabulary (parte 2)

  1. Pingback: Ronin Artist

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...